Valutazione Psicodiagnostica

in ambito clinico e forense

La valutazione psicodiagnostica

si avvale dell’impiego di test che devono essere rigorosi,standardizzati e sottratti alla soggettività del diagnosta nella fase di somministrazione e di elaborazione, ma poi aperti nella fase di interpretazione complessiva, alle risonanze emozionali e culturali che scaturiscono dall’incontro clinico con il paziente.

I test utilizzati sono :

Rorschach ( sistema comprensivo Exner)
TAT
MMPI-2
Wais -R
SCID I II
Genogramma familiare
Early memories

La valutazione psicodiagnostica può avere diversi obiettivi:

contesto clinico:

l'obiettivo è quello di definire nel modo migliore le caratteristiche di una personalità e le modalità specifiche che impiega per affrontare i problemi e le situazioni, gestire le emozioni, relazionarsi agli altri, allo scopo di comprendere la causa ed il contesto psicologico in cui si è formato un sintomo, un disturbo psichico, una sofferenza e quindi valutare la migliore strategia terapeutica e l'obiettivo più adeguato per un progetto di cura mirato e realistico

contesto forense:

Psicologa Bergamo Simona Carminati

l'obiettivo è quello di individuare presenza o meno di certi tratti, disturbi, risorse o competenze o danni: si tratta di verificare o falsificare determinate ipotesi relative alla vita psichica del soggetto